Come associarsi

Per associarsi, e diventare un Socio Sostenitore, è necessario aderire all'Associazione tramite la sottoscrizione di un apposido modulo presso la nostra sede, e versare la corrispondente quota minima associativa stabilita, per l'anno 2008, in &euro 10,00 (dieci/00).
La qualità di Socio sostenitore decorre dal giorno dell'iscrizione e del versamento della quota associativa annuale, ed ha validità sino al 31 dicembre dell'anno in cui si effettua l'iscrizione.
I Soci Sostenitori hanno diritto ad usufruire di tutte le agevolazioni e convenzioni che l'Associazione stipula per il perseguimento degli scopi sociali.

Torna su <-

Regolamento

Art. 1 - Validità Il presente regolamento decorre dal 14.4.2008 ed è valido per tutti i Soci sostenitori, presenti e futuri, dell'Associazione non profit TUTELA DIRITTI E LAVORO, sino alla sua eventuale modificazione da parte dell'Assemblea ordinaria dei Soci.
Art. 2 - Acquisto della qualità di Socio sostenitore e decorrenza. La qualità di Socio sostenitore decorre dal giorno dell'iscrizione e del versamento della quota associativa annuale, pari a &euro 10,00 (dieci/00), ed ha validità sino al 31 dicembre dell'anno in cui si effettua l'iscrizione.
Art. 3 - Adesione. Colui il quale abbia raggiunto la maggiore età e desideri acquisire la qualità di Socio sostenitore è tenuto a sottoscrivere e presentare la relativa domanda ad almeno uno dei componenti il Consiglio direttivo o ad altro soggetto da loro delegato, compilando il modulo di adesione predisposto dall'Associazione, in cui deve indicare il proprio nome e cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, numero di telefono ed indirizzo e-mail, dichiarare di condividere gli scopi dell'Associazione, di aver preso visione dello Statuto dell'Associazione e del presente Regolamento e di obbligarsi all'osservanza delle norme ivi contemplate e delle deliberazioni degli organi sociali, nonchè autorizzare il trattamento dei propri dati personali, ai sensi del D.Lgs. 196/2003. L'adesione viene confermata tramite il pagamento della quota associativa annuale e la consegna della tessera, rilasciata ad ogni Socio sostenitore, per esprimere la sua personale appartenenza all'Associazione. Il Consiglio direttivo e/o ciascun componente dello stesso, o soggetti da loro delegati, esaminano la domanda di ammissione all'Associazione presentata dall'aspirante Socio sostenitore e decidono a loro insindacabile giudizio sulla stessa.
Art. 4 - Cessazione della qualità di Socio sostenitore. I Soci sostenitori cessano di far parte dell'Associazione per recesso, decadenza ed esclusione.
- I Soci sostenitori possono recedere dall'Associazione presentando al Consiglio direttivo domanda scritta, con allegate motivazioni. Il recesso ha effetto dalla data di presentazione della relativa domanda.
- I Soci sostenitori sono dichiarati decaduti dal Consiglio direttivo per omissione di atti o adempimenti previsti dal presente Regolamento interno e/o dallo Statuto. I Soci sostenitori sono, altresì, dichiarati decaduti se, alla chiusura dell'anno solare, non rinnovano la domanda di iscrizione. I Soci sostenitori dichiarati decaduti possono, comunque, presentare, nuovamente, domanda di ammissione all'Associazione.
- L'esclusione è pronunciata dal Consiglio direttivo nei confronti dei Soci sostenitori, i quali pongano in essere comportamenti in contrasto con il presente Regolamento, con lo Statuto o con le deliberazioni adottate dagli organi sociali. In caso di recesso, decadenza ed esclusione, i Soci sostenitori non hanno diritto alla ripetizione di quanto versato, a qualsiasi titolo, all'Associazione.
Art. 5 - Uso dei locali. L'accesso dei Soci sostenitori ai locali siti in Roma, Via Chitignano n.7, nonchè in tutti i locali nella disponibilità dell'Associazione, è consentito esclusivamente negli orari discrezionalmente stabiliti dall'Associazione, per l'espletamento della consulenza legale e/o fiscale, e per il tempo all'uopo ritenuto necessario dai componenti del Consiglio Direttivo o di un consulente/professionista da loro delegato. L'Associazione non è responsabile per eventuali danni subiti dal Socio sostenitore all'interno dei locali della medesima, che non siano ad essa imputabili. I Soci sostenitori sono tenuti a mantenere integri i beni siti all'interno dei locali in cui si svolgono le attività dell'Associazione; in caso di danneggiamento, il Socio sostenitore si obbliga al ripristino dei beni, con spese a carico del medesimo.
Art. 6 - Sportello legale e fiscale. L'Associazione ha istituito lo Sportello di consulenza e assistenza legale e fiscale, volto a fornire ai Soci sostenitori una prima consulenza legale e fiscale gratuita, anche in fase precontenziosa, oltre informazioni e orientamenti per l'accesso al servizio della Giustizia. Le consulenze legali e fiscali saranno fornite da professionisti quali Avvocati e Praticanti Avvocati; e da Commercialisti e Praticanti commercialisti, prescelti a giudizio insindacabile dell'Associazione. I rapporti sorti tra i Soci sostenitori ed i Consulenti legali e/o fiscali che hanno reso la consulenza legale e/o fiscale gratuita, successivi ad essa, si intendono instaurati, esclusivamente, tra le predette parti, e non anche con l'Associazione.
Art. 7 - Modalità di accesso allo Sportello legale e fiscale. Le modalità per l'accesso allo Sportello legale e fiscale sono determinate dal Consiglio direttivo. Il servizio prestato dallo Sportello legale e fiscale viene reso presso i locali siti in Roma, Via Chitignano n.7, nei giorni e negli orari stabiliti discrezionalmente dall'Associazione. L'adesione all'Associazione nella qualità di Socio sostenitore offre all'associato la facoltà di usufruire di consulenze legali e fiscali gratuite, che il Professionista si riserva di prestare, anche in considerazione della complessità della questione sottoposta, nei termini dallo stesso discrezionalmente stabiliti. La prima consulenza legale e/o fiscale gratuita si intende limitata ad una o più questioni da sottoporre ai Consulenti all'uopo incaricati dall'Associazione ed è resa da questi ultimi mediante parere orale. La medesima questione, sulla quale i Consulenti legali e fiscali abbiano già reso la propria consulenza gratuita, non potrà essere nuovamente sottoposta loro dai Soci sostenitori; questi, tuttavia, potranno usufruire di nuove e diverse consulenze gratuite relativamente a materie e questioni difformi da quelle sulle quali i Consulenti legali e fiscali abbiano già reso un parere orale.
Torna su <-